Hai mai suonato un'opera d'arte?

20 - 29 MAGGIO @ TRENTO / QUARTIERE LE ALBERE 30 MAGGIO - 10 GIUGNO @ TRENTO / CENTRO STORICO

Scarica le mappe dei pianoforti sul tuo telefono

Illustrazioni mappe di Giorgia Molinari

MAPPE

L’obiettivo

L’obiettivo è stimolare e diffondere una musicalità attiva e partecipata nelle vie della tua città . Ammiccando ad una performance di grandi metropoli europee, stimolare con un’idea semplice la creatività e la collaborazione tra diverse realtà artistiche, imprese locali, istituzioni.

Il progetto, sviluppato nel dettaglio nella parte di programmazione artistica e declinato localmente, è copiato nella forma da un attività analoga, da noi visitata personalmente, a Londra (streetpianos.com). Non possiamo vantarne la paternità, ma non possiamo negarne l’originalità, totale per quanto riguarda l’ambito trentino e italiano.

Il festival dei pianoforti di strada.

Sette pianoforti verticali a disposizione dei passanti, nelle vie del centro.   Gli strumenti vengono messi a disposizione dalla storica ditta Galvan di Borgo Valsugana. La settima edizione di “Hai mai suonato un’opera d’arte?” si distingue dalle precedenti per la partecipazione alla decorazione dei pianoforti di alcuni nuovi e talentuosi protagonisti, che vanno ad aggiungersi alla collaborazione già avviata con gli alunni degli istituti d’arte di Trento (A. Vittoria) e Rovereto (F. Depero).

Le nuove opere d’arte sono state realizzate da:

– Matteo Boato, artista e musicista trentino di fama internazionale;

– Annalisa Lenzi, altro nome eccellente del panorama artistico trentino, influenzata dal surrealismo, alla pop e street art, realizza opere pittoriche, video e installazioni con un linguaggio proprio ormai fortemente riconoscibile;

– Elisa Di Liberato, regista e performer, fa parte del collettivo Mali Weil e si occupa inoltre di progettazione culturale per territorio e imprese a partire dagli strumenti dell’arte.